Concerto “Pietra su Pietra”

“Una generazione se ne va e un’altra arriva ma la terra resta sempre la stessa”
Questo versetto del Qoélet, un libro sapienziale della Bibbia, ci fa ricordare quanto sia fugace e allo stesso tempo preziosa la nostra vita, e quanto la terra che viviamo abbia bisogno di persone che costruiscano il futuro proprio e altrui con impegno.
Ieri, durante il nostro evento felice del Concerto “Pietra su Pietra” animato dagli alunni, dai docenti e dai genitori della scuola, la nostra preside Sr Ester davanti al corpo della Beata in Casa Madre, prima; il maestro Carlo Muratori, dopo, davanti alla platea del teatro Tenda di Ragusa, ci hanno invitato a osservare un minuto di silenzio riverente e affettuoso per un evento infelice: la scomparsa di Simone, il figlio dei nostri cari ex docenti Santo Geracitano e Concetta Ferrarini.
Simone, un ragazzo la cui vita, come quella di una farfalla, non conta gli anni ma gli istanti, nel suo volo è la ricchezza vera e in questo minuto abbiamo racchiuso la sua vita così giovane che è stata e sarà sempre un dono per tutti. Con questi sentimenti abbiamo dato inizio al Concerto, durante il quale si è fatto emergere il bene spirituale ereditato dalla terra ragusana, grazie al carisma e all’operato della Beata Maria Schininà.
Le voci degli alunni che intonavano tutti i canti e l’nno “Pietra su Pietra” sono state un’esplosione di gioia di cui avrà goduto anche il nostro Simone, lì da quel posto che chiamiamo CIELO, dove saresti forse potuto andare il più tardi possibile ma che adesso godi insieme agli Angeli e ai Santi.

Comments are closed.